Logo
focsiv
Condividi

Ho già raccontato di come il paniere dei Gas si stia espandendo per poter coprire una gamma sempre più ampia di prodotti e servizi; dopo la telefonia e l'energia elettrica, questa volta parliamo di assicurazione auto.

Andrea Saroldi in Manualetto di Benvivere

Eticar

 

La proposta arriva dal consorzio assicurativo CAES, che da 20 anni si occupa di assicurazioni nel campo del noprofit. Dopo alcune vicissitudini, CAES ha da poco lanciato una assicurazione RC auto rivolta ai partecipanti dei Gas e dei Distretti di Economia Solidale (Des). La prospettiva è quella dei progetti dei grandi numeri: ottenere una massa critica per poter avere la forza di orientare eticamente filiere lunghe e complesse. Nel caso delle assicurazioni auto, i punti su cui CAES è attiva sono la definizione di contratti chiari e la volontà di muoversi verso una maggiore uniformità nelle tariffe.

Le reti locali di Gas o nuclei Des possono aderire alla convenzione con CAES per consentire ai loro aderenti di ottenere un preventivo della polizza RC auto "Eticar", grazie all'accordo tra CAES e la società assicurativa Assimoco. La rete dei Gas o il Des comunica a CAES i codici fiscali dei suoi aderenti potenzialmente interessati, e questi vengono inseriti nell'archivio informatico del programma che gestisce i preventivi. A questo punto, ogni aderente ai Gas o al Des può richiedere on-line senza impegno un preventivo della polizza Eticar. CAES ha ottenuto per la polizza Eticar uno sconto rispetto al prezzo base di Assimoco, ed oltre a questo - se l'andamento della polizza sarà positivo - l'utile della gestione verrà in parte destinato alla rete di Gas o al Des che hanno firmato la convenzione al fine di sostenere progetti di economia solidale.

Inoltre, l'accordo prevede che periodicamente una delegazione dei Gas e Des che hanno firmato la convenzione incontri Assimoco insieme a CAES per chiedere informazioni sulla compagnia e ridiscutere la convenzione. Si tratta dello schema tipico che Gas e Des utilizzano per i progetti dei grandi numeri, come l'energia elettrica, con una ridistribuzione delle risorse ai partecipanti e la possibilità di incontrare il produttore e ridiscutere periodicamente con lui i termini dell'accordo. Qui a Torino abbiamo deciso di aderire alla convenzione con CAES tramite l'associazione GAStorino, che rappresenta la rete locale dei Gas ed il nucleo del distretto.

Qui sotto trovate un messaggio di presentazione da parte di CAES, che è disponibile a tenere incontri di presentazione, possibilmente organizzati in modo da raccogliere in una sola volta le diverse realtà di un territorio che siano potenzialmente interessate.

 



Eticar è il progetto del Consorzio CAES per l'assicurazione auto dei Des e dei Gas, Eticar è un progetto che vale un incontro.

Da quasi un anno CAES ha lanciato un progetto ambizioso e piuttosto nuovo. Si chiama Eticar ed è fatto apposta per i gasisti.


Assicurazione Etica?

Eticar è la polizza per la responsabilità civile della propria auto studiata da CAES per i Distretti d'Economia Solidale ed i gruppi di Gas. Ha due obiettivi: influenzare il mercato italiano delle assicurazioni obbligatorie sulle auto e fornire un’opportunità in più ai consumatori critici attenti anche agli aspetti finanziari.


Chi lo promuove?

Il consorzio CAES Italia (consorzio assicurativo etico e solidale) è una cooperativa che applica il metodo dell'economia solidale - quel modo di fare impresa partendo dal rispetto per l'umanità e per l'ambiente - al mercato assicurativo. In sintesi progetta prodotti affidabili e trasparenti cercando la soluzione migliore ai bisogni dell'assicurato e non della compagnia. I suoi prodotti sono poi “coperti” dalla compagnia Assimoco, di proprietà di R+V (compagnia delle casse cooperative tedesche) e del sistema delle Banche di Credito Cooperativo. È una piccola compagnia che si limita a fare il suo mestiere (fa assicurazioni) e che l’azionista tedesco sta decisamente orientando verso il terzo settore e l’economia solidale. Il denaro raccolto dalla Compagnia viene gestito attraverso la Cassa centrale Raiffeisen di Bolzano, quella di Ethical banking. CAES invece lavora con Banca Etica.

 

Cosa significa che CAES valorizza la mutualità?

Caes studia polizze che recuperando l’idea di mutualità tra le persone (e tra l'assicuratore e l'assicurato) siano strumenti sociali per la sicurezza e la previdenza delle persone e delle aziende. Crea quindi un circuito che tutela le persone che scelgono di parteciparvi.


E perché con i Des?

I Gruppi d’Acquisto Solidale, e a maggior ragione i Distretti, nascono seguendo stimoli molto simili a quelli che portarono alla creazione del primo gruppo d’acquisto assicurativo, nel 1995. La sintonia è quindi naturale: assieme a loro CAES può recuperare la necessaria trasparenza nell’RC auto per arrivare a un sistema di polizze a prezzo calmierato e a una differenziazione territoriale più attenuata. Ma perché si generi il circuito mutualistico che contiene gli assicurati con Eticar è necessario che ci sia un capofila che “chiude il ciclo”, solo dopo avervi incluso chiunque voglia farne parte. Altrimenti non c’è alleanza, ma collaborazione (non cooperazione).


Perché Eticar ha valore politico?

Eticar è una polizza RC auto, ma non solo. Il progetto prevede un tavolo di confronto paritario tra compagnia e mondo Gas (sostenuto dalla compagnia) che avrà il compito di studiare l’andamento tecnico delle polizze e portare avanti le modifiche. Se gli automobilisti Eticar saranno corretti si genereranno degli utili che il progetto reinvestirà per la promozione dell’economia solidale sui territori.

Il prezzo è importante. Quanto costa Eticar?

Dipende, per ora, dalla zona e dalla sua tariffa. Lo sconto medio rispetto alle polizze di Assimoco per le auto è del 25%. CAES rinuncia al 7% (su 12) delle proprie provvigioni. Ciononostante Eticar non può essere confrontata con le polizze telefoniche che hanno economie di scala impossibili da replicare per una compagnia tradizionale. Qualsiasi preventivo di qualsiasi compagnia per l’RC auto ha validità 60 gg. Non ha quindi senso farsi un preventivo prima di aver ricevuto l’attestato di rischio, che arriva almeno 30 gg. prima della scadenza. Tentare di farsi un preventivo senza le condizioni di contesto corrette significa avere risultati falsati.


Chi ha aderito perché lo ha fatto?

La maggior parte dei Des e dei Gas che hanno aderito lo hanno fatto perché:

- ci conoscono: lavoriamo da anni con la finanza etica italiana nel mondo delle assicurazioni;

- l'adesione non impegna in alcun modo a qualsiasi altra azione contrattuale, è un'opportunità;

- il tavolo compagnia-Gas è economia solidale, nel vero senso della parola;

- in alcune aree d'Italia le tariffe sono veramente vantaggiose;

- la compagnia di riferimento è seria e ben gestita.


Siamo convinti, cosa deve fare il Gas/Des?

I Des o i Gas che volessero aderire possono contattare CAES che fornirà loro tutti i moduli necessari. La sede del Consorzio CAES è a Milano (CAP 20148), in via Gavirate 14. Il centralino risponde allo 02-87166257 mentre il fax allo 02-93664856. Oppure potete scrivere tramite posta elettronica a a  direzione(chiocciola)consorziocaes.org. Oppure ancora usare uno dei punti di contatto sul sito o su facebook (facebook.com/consorziocaes). L'ideale sarebbe se i distretti o i gruppi di Gas scegliessero un referente per questa proposta con cui noi possiamo dialogare, come succede per gli altri prodotti coinvolti nella filiera.