Logo
focsiv
Condividi

kony-2012Con 100 milioni di click, Kony 2012 è il video più visto della storia di internet, "l'11 settembre della cooperazione internazionale" come è stato definito per il suo impatto sull'attivismo online. Dal giorno della sua pubblicazione, questo spot/documentario di 30 minuti diretto da Jason Russel di Invisible Children, ha suscitato tanto entusiasmo quanto reazioni critiche. 

VpS ha cercato di inquadrare la situazione da più punti di vista, intervistando cooperanti e ascoltando voci dall'Uganda per comporre un'inchiesta collettiva che sarà aggiornata quotidianamente sul nostro sito web.

I link dell'inchiesta collettiva:

Kony 2012: la manipolazione globale

In 30 minuti Invisible Children ha convinto milioni di persone a unirsi per sostenere l'arresto di Joseph Kony, criminale di guerra ugandese. Ma indagando la reale situazione in Uganda oggi, tutti confermano che da anni non ci sono più rapimenti e la guerra è finita dal 2008, dunque perché lanciare la campagna proprio ora? Ci sono altri interessi in gioco oltre a quelli del fondatore di Invisible Children, Jason Russel, che chiede un intervento da parte degli Stati Uniti nella "caccia" a Kony? di Silvia Pochettino

Kony 2012: voci dall'Uganda 

Blogger, giornalisti, attivisti e cittadini ugandesi hanno espresso la loro opinione fin dal primo giorno della campagna, cercando di riportare l'attenzione sulle vere questioni che affliggono il loro paese e  sostenendo che la principale mancanza di Kony 2012 è proprio quella di indebolire le voci della comunità locale. Abbiamo raccolto commenti e articoli dal web per uno storytelling che offra più punti di vista sulla questione. A cura di Donata Columbro

Aggiornamento ore 17:24 - 14/03/12:  abbiamo contattato oggi diverse ong italiane e ugandesi che operano in Nord Uganda. Siamo in attesa dei loro commenti e domani vi proporremo un ulteriore approfondimento.

Kony 2012: i dubbi delle ong

L'effetto-Kony non si arresta.  Sulla rete si accumulano i commenti e le reazioni sul video più cliccato nella storia di internet. Ma cosa ne pensano i cooperanti che lavorano sul campo? Qual è la situazione dell'Uganda di oggi e quali effetti può avere un documentario che accende i riflettori su una situazione di violenza documentata sin dagli anni Ottanta? Attraverso le testimonianze di alcuni operatori dell'umanitario, cerchiamo di capire meglio il contesto in cui agiscono Kony, Jason Russel e Invisible Children. di Serena Carta

Aggiornamento ore 12:32 - 15/03/12: intervistato Richard Clark, direttore di Child International, a breve la sua risposta alla campagna di Invisible Children

Child Soldiers International: "l'arresto di Kony non basta"

I veri protagonisti della situazione in Africa centrale sono le vittime dei rapimenti e degli abusi perpetrati dall'esercito dei ribelli di Joseph Kony. Abbiamo intervistato chi, da molti anni e a livello diplomatico, si occupa della questione insieme alle Nazioni Unite, per chiedere quale sarà l'effetto dellaKony-mania nel lavoro di chi vuole fermare l'uso dei bambini soldato in tutto il mondo. Il commento di Richard Clarke, direttore di Child Soldiers International. di Donata Columbro

Kony 2012: il commento di padre Franzelli

Le riflessioni dall'Uganda di padre Giuseppe Franzelli, vescovo di Lira dal 2005, sul fenomeno "Kony 2012". "Qui in Uganda il documentario in genere non è stato accolto bene. Sostanzialmente, perché non da' un'immagine positiva del paese. Il governo è uscito addirittura con due paginate intere sui maggiori giornali nazionali per protestare contro la visione unilaterale, sorpassata e parziale della realtà presentata dal filmato".

La guerra assurda. Reportage dall'Uganda (articolo apparso sulla rivista Volontari per lo Sviluppo nel marzo 2004)

Combattono nel nome del Signore, brandendo brani della Bibbia mentre rapiscono bambini per farne soldati. Sono i militanti del Lord’s Resistance Army, il più cruento movimento ribelle dell’Africa, che da 17 anni martoria il nord Uganda. Ora la Corte penale internazionale ha aperto un’inchiesta. di Stefano Rossi e Camilla Lunelli da Lira

Newsletter

Strumenti e strategie del web

Infografiche per il non profit | 29 maggio - 11 giugno

CORSO BASE Le infografiche e la visualizzazione dei dati stanno diventando sempre più frequenti nella comunicazione, fuori e dentro il web.…

Diventa social media strategist in 9 settimane | 5 maggio - 30 giugno

CORSO BASE + AVANZATO La tua associazione o la tua azienda sa comunicare efficacemente il proprio messaggio e coinvolgere il pubblico in…

Linkedin for business per Ong e non profit | 6 e 13 maggio

CORSO BASE Se la presenza delle Ong e delle associazioni non profit è sempre più massiccia su Facebook e Twitter, non è altrettanto diffusa…

Cooperazione 2.0 e ICT4D

Il GIS open source per l’analisi ambientale nei PVS | 14 aprile - 13 giugno

CORSO COMPLETO CON CERTIFICAZIONE I Sistemi di Informazione Geografica (GIS) rappresentano uno strumento sempre più importante in tutte le…